IUSPORT ITALIA

DIRITTO E MARKETING SPORTIVO

Premio alla carriera cos'è?

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

di Francesco Casarola

PREMIO DI ADDESTRAMENTO E DI FORMAZIONE TECNICA
– Gli artt 97 e 99 delle NOIF disciplinano il premio di addestramento e di formazione tecnica, questi prevedono il riconoscimento in favore della società per cui un calciatore  abbia svolto la sua ultima attività dilettantistica. Questo accade quando il calciatore in questione diventa un professionista. In forza delle predette disposizioni, infatti, “alla società presso la quale il calciatore ha svolto la sua ultima attività dilettantistica o giovanile, compete, da parte della società che stipula con lo stesso il primo contratto da ‘professionista’, un premio di addestramento e formazione tecnica”.

Indennizzo si quantifica avendo riguardo a due variabili: la categoria di appartenenza delle società coinvolte e nonché dell'età del calciatore.

IL PREMIO ALLA CARRIERA – Ques'ultimo è stato una vera manna dal cielo per alcune società della regione Lazio lo scorso anno grazie al caso Moscardelli. Infattila Commissione Vertenze Economiche ha  riconosciuto il premio alla carriera ad alcune società come Romulea e Maccarese.  L'art. 99 bis delle NOIF riguarda il cosi detto “premio alla carriera”, spettante a tutte le società dilettantistiche o di settore giovanile che hanno tesserato un calciatore che esordisca in Serie A, Nazionale Under 21 o Nazionale A. Precisando che il diritto matura in occasione del primo evento tra quelli indicati dalla norma, con conseguente decorrenza del termine di prescrizione annuale, l’art. 99bis delle Noif quantifica il premio in Euro 18.000,00 per ognuna delle stagioni in cui il club dilettantistico o di settore giovanile abbia tesserato il calciatore .La disposizione prevede che “il compenso è dovuto esclusivamente a condizione che il calciatore sia stato tesserato per società della Lnd e/o di puro Settore Giovanile almeno per la stagione sportiva iniziata nell’anno in cui ha compiuto 12 anni di età o successive, e deve essere corrisposto dalla società titolare del tesseramento al momento in cui si verifica l’evento o, in caso di calciatore trasferito a titolo temporaneo, dalla società titolare dell’originario rapporto col calciatore”. Ciò in perfetta linea con l’ordinamento Fifa che, nel disciplinare i meccanismi di “indennità di formazione” e “contributo di solidarietà”, individua quale periodo rilevante della formazione di un atleta quello che decorre a partire dalla stagione del compimento del 12° anno di età da parte dell’atleta.

PRESCRIZIONE -  A norma dell’ art. 25  c. 3 del Codice di Giustizia Sportiva il diritto del premio alla  carriera, in quanto un diritto di natura economica si prescrive l termine della stagione sportiva successiva a quella in cui è maturato (Come da costante giurisprudenza della Corte di Gisutizia Federale).

IL VIVAIO PUO' ESSERE LA SVOLTA – Come abbiamo visto alle volte avere un buon settore giovanile è sinonimo di denaro meglio ancora contributo per il tempo e i mezzi utilizzati per addestrare il calciatore. Inoltre con l'approvazione dei calciatori locali da parte del Consiglio Federale del 5 luglio 2011 si va sempre più verso la direzione dell'incentivazione dei vivai. Il punto di partenza e il fulcro di una società dilettantistica.

Sei qui: Home Argomenti Diritto Sportivo Premio alla carriera cos'è?